La Casa della paura

la casa

salve.

mi chiamo Francesco e vorrei dire che la storia che letto è davvero inquietante bella davvero,

vorrei approffittare dell’ argomento per raccontarvi un fatto anomalo quasi simile che mi dette incubi per due giorni.

Ero andato con un gruppo di amici a fare una scampagnata in una vecchia campagna poco lontano da dove abito eravamo in cinque,ero l’unico che non avesse una fidanzata allora,e mentre eravamo sul posto a cavoleggiare tra una risata e l’altra mi viene da fare un bisognino e mi incammino lungo la campagna,metre ero impegnato a “concimare” una pianta noto un vecchio casolaro abbadonato ma che stranamente aveva il cancello aperto,in quel momento mi prese una terribile voglia di curiosare all’interno, e siccome glia altri erano intenti a fare “amorevoli conversazioni” il mio istinto curioso mi disse di curiosare li dentro,quando vi arrivai avvertii una strana sensazione come di essere pedinato,ma non ci davo tanto peso poichè credevo che qualcuno dei miei amici si fosse appartato nei dintorni e proseguii col la mia “perlustrazione” ma avevo sepre quella sensazione che qualcuno o qualcosa mi stesse seguendo ma per quanto mi girassi intorno non vedevo mai nessuno,arrivai vicino a delle finestre che erano meno sporche delle altre e riuscii a guardare all’interno,non c’era gran che’ solo un vecchio tavolo pieno di termiti delle sedie ammucchiate e altre cianfrusaglie da lavoro piuttosto vecchie e arrugginite,ma quello che mi lascio perplesso era che c’era una vecchia accetta sul tavolo vicino a dei ferri,io continuai a curiosare ma all’improvviso inizio a sentire degli strani rumori cosa strana in un casolaro abbandonato, precisamente arrivavano dal piano di sopra, e la mia testaccia mi dice di andare a vedere ma poi stranamente i rumori arrivano dal basso come se qualcuno si stesse divertendo a seguirmi, io scesi di sotto convinto che fosse uno dei miei amici intento a farmi paura ma mi sbagliavo,poiche ero anche piuttosto lontano da loro ma quello che mi lasciò perplesso fu che l’accetta di prima era sparita, la cosa mi colpi subito perchè non c’era nessun altro con me a quel punto iniziai ad insospettirmi e cercai di uscire ma stranamente la finestra dalla quale ero entrato era stranamente chiusa, ed i rumori che prima avvertivo al piano di sopra iniziarono ad essere più costanti e avessero il tipico rumore dei passi io cominciavo davvero ad innervosirmi ed andare nel panico ma se c’è una cosa che avevo imparato durante il moltissimo tempo di servizio come vigile del fuoco è che farsi prendere dal panico peggiora solo le cose e talvolta anche di più,quindi presi un bel respiro e decisi di cercare una possibile via di fuga il problema era che i rumori di prima sembravano avvicinarsi cosi mi nascosi dietro ad una porta pronto a affrontare chiunque mi stesse seguendo,nonostante il mio spirito ardito e temerario non riuscivo a trattenere la paura,so solo che tutto quello che vidi fu un ombra sul muro delle scale ed appunto sembrava impugnasse l’accetta di prima,il sudore mi scendeva a fiumi ma ero deciso a difendermi con tutta la violenza possibile nel caso mi avesse trovato poi noto che al di là del corridoio c’è una porta retta solo da un pezzo di legno marcio,silenziosamente e badando a non fare rumore mi avvio lì apro la porta ed inizio a correre come un forsennato per la campagna fino ad arrivare nuovamente dai miei amci che nel frattempo mi stavano cercando,quando gli raccontai cio che mi era successo uno di loro mi disse che conosceva una leggenda del posto nella quale un uomo,un macellaio,viveva nei dintorni,e che un giorno usci di senno e uccise la moglie a colpi d’ascia, ora potrebbe essre stato solo la mia immginazione presa dal panico di quel posto claustrofobico ma l’acetta che prima c’era e poi no mi fece terribilmente pensare.

 

3 commenti su “La Casa della paura

  1. Io dico che certe cose accadono e succedono veramente.. A me e successo un qualcosa.. sono sincera.. Le persone non credono in fenomeni strani giudicano sfottono e prendono in giro.. ma alcune possono ricredersi…

     
  2. Se non fosse per i costi da sostenere, con opportuna strumentazione (telecamere + vcr, rivevatori di elettromagnetismo, termocamera ad infrarossi, ecc..) si potrebbe indagare.

     
  3. potrei sapere dove si trova la localita che io e dei miei colleghi andremo a verificare con macchine rivelatrici di campi magnetici e tutto il necessario se potete aiutarmi mandatemi un e-mail al indirizzo qui sotto
    leeroy98@hotmail.it

     

Lascia un commento